4 novembre, Tricarico: "Come l'8 marzo, festa per salvare cattive coscienze"

webinfo@adnkronos.com

"Plaudo a un'iniziativa certamente proveniente da qualche istituzione per ridare smalto e dimensione a questa ricorrenza. Tuttavia la paragonerei all'8 marzo nel senso che l'8 marzo è una ricorrenza che sembra festeggiata per salvare la cattiva coscienza di una società che non è in grado di fornire alle donne le stesse pari opportunità, così per le Forze Armate il 4 novembre non può non richiamare alla mente la coscienza di tutti che lo scenario è quello di una cultura della Difesa del tutto deficitaria, insufficiente, negativa in larga parte del mondo della politica, della società e della pubblica informazione". Lo afferma all'Adnkronos il generale Dino Tricarico, ex capo di Stato maggiore dell'Aeronautica, riguardo alla giornata del 4 novembre.  

Riguardo al nuovo governo e alle nuove politiche della Difesa, invece, Tricarico sottolinea: "Siamo su una nuova strada, le linee programmatiche parlano molto chiaro, c'è un'inversione di marcia". Secondo il generale si tratta di "un approccio non ideologico, ma istituzionale alle questioni della Difesa e agli impegni di quel Dicastero" a differenza di quelli "trascurabili, di nessuna importanza o comunque collaterali diventati centrali nella precedente amministrazione".