42 persone in un locale di Napoli: multati

·1 minuto per la lettura
festa Erasmus Napoli
festa Erasmus Napoli

I Carabinieri hanno scoperto una festa Erasmus in un locale nei Quartieri Spagnoli di Napoli: sanzionati i 42 ragazzi che hanno partecipato all’evento.

Festa Erasmus a Napoli

Lo scorso settembre aveva generato non poche polemiche la festa Erasmus a Bologna, che aveva alimentato un nuovo focolaio di coronavirus. A distanza di quattro mesi, un episodio analogo è avvenuto nel cuore di Napoli, dove 42 ragazzi sono stati scoperti in un locale a festeggiare, non rispettando le misure anti-Covid vigenti.

I Carabinieri della stazione Quartieri Spagnoli sono intervenuti intorno alle 23.30 di venerdì 29 gennaio in un centro culturale in via Nuova Santa Maria Ognibene. I militari hanno fatto irruzione nel locale, dove erano presenti 42 ragazzi che stavano festeggiando il 27esimo compleanno di uno di loro.

I presenti, non appena hanno visto i Carabinieri, hanno cercato di fuggire. Tuttavia, il loro tentativo è stato vano: gli agenti hanno bloccato, identificato e sanzionato i 42 ragazzi per violazione delle normative anti-Covid. Multato anche il gestore del centro culturale. Si tratta di un 47enne di origini dominicane. Il locale resterà ciuso per 5 giorni.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura partenopea, unitamente a quelli del commissariato Vicaria-Mercato, scoprirono nella serata di Halloween una festa in un circolo ricreativo in via Michele Morelli. Si trattava di un locale al Borgo Sant’Antonio Abate, vicino alla Stazione Centrale di Napoli. I presenti erano circa 200, senza mascherina, intenti a ballare in una grande sala. Durante l’operazione scoppiarono tensioni tra i partecipanti alla festa e le forze dell’ordine. Tre le persone arrestate, altre cinque furono denunciate.