42enne evade dai domiciliari: arrestato

Manette
Manette

Se ne va a spasso per la città. A Caserta, un uomo 42enne agli arresti domiciliari è stato rintracciato dagli agenti della sezione radiomobile mentre camminava “a piede libero” nel corso della notte. Arrestato di nuovo, stavolta per reato di evasione.

Camminava per la strada pubblica senza autorizzazione

Al momento del fermo, gli agenti hanno verificato se avesse con sé una qualche autorizzazione che lo abilitasse a muoversi al di fuori del domicilio registrato per lo sconto della detenzione. Ma niente. Arrestato nuovamente, verrà processato ora con rito direttissimo, senza passare per l’udienza preliminare.

L’evasione dai domiciliari: cosa dice il codice penale

Previsto dall’art. 385 del codice penale, il reato di evasione punisce l’arrestato o il detenuto nel momento in cui lo stesso evade dal luogo in cui si trova ristretto. Reclusione da uno a tre anni è la pena prevista per questo reato. Che l’uomo casertano sia venuto meno all’obbligo impostogli dalla legge per ragioni più o meno gravi, spetterà adesso al giudice del tribunale di Caserta stabilire con precisione quanto dovrà scontare – stavolta, probabilmente, non più agli arresti domiciliari – l’uomo 42enne, a cui era stata già ristretta la libertà personale in attesa di essere giudicato sulle precedenti accuse.