I 5 migranti rimasti sulla Alan Kurdi sbarcheranno a Malta

Gtu

Roma, 10 set. (askanews) - Due Stati membri dell'Ue prenderanno in carico i migranti, cinque, ancora rimasti a bordo della nave Alan Kurdi, la decisione - spiega in una nota il governo maltese - dopo una serie di interlocuzioni in sede di Commissione europea. E "Malta ha accettato di essere parte di una soluzione europea per sbloccare l'empasse" offrendo di far sbarcare nel suo porto i migranti, dopo che la ong Sea Eye, che gestisce la nave, ha lasciato cadere il ricorso legale contro Malta.

Ma "tutti e i 5 i migranti saranno immediatamente ricollocati in altri Stati membri dell'Ue", sottolinea Malta, senza specificare quali.

E "mentre tutti gli altri migranti, già sbarcati dalla Alan Kurdi, continuano, in base ai precedenti accordi in sede europea, a essere trasferiti negli altri stati membri dell'Ue, in adempimento degli obblighi assunti, Malta resta impegnata a prendere decisioni pratiche per soluzioni europee che assicurino il giusto equilibrio tra responsabilità e solidarietà".