50 anni di judo in Azerbaigian

A Baku, in Azerbaigian, via alla prima giornata del Grande Slam di judo 2022. E' stata grande festa perchè il paese celebra i 50 della sua federazione di judo. Spettacolare la cerimonia di apertura inaugurata da Farid Gayibov, ministro della Gioventù e dello Sport della Repubblica dell'Azerbaigian,dal vicepresidente dell'IJF Laszlo Toth,e da Rovshan Rustamov, vicepresidente della Federazionejudo azera.

Il pubblico si è appassionato alla finale dei -60 kg: la giovane stella Balabay Aghayev ha conquistato il Golden score, mandando in visibilio tutti i tifosi di judo locali. E' stato Rashad Nabiyev, presidente federale dell'Azerbaigian a consegna le medaglie.

"Quando combatti davanti al tuo pubblico di sempre, con il suo sostegno, ti motiva e non puoi pensare di perdere, anche se sei stanco non lo senti, puoi andare avanti fino al successo".

Nella categoria -48 kg l'italiana Francesca Milani ha affrontato la campionessa europea francese Shirine Boukli, e la gara non è durata molto:un potente colpo d'anca, tipico della Boukli, ha fatto scattare l'ippon nei primi 30 secondi e ha regalato alla Francia la prima medaglia del torneo, consegnata da Farid Gayibov, Ministro della Gioventù e dello Sport della Repubblica dell'Azerbaigian.

"Pratichiamo uno sport difficile, questa è la vita e la uso per i prossimi campionati del mondo, per i prossimi master e per la mia carriera. Oggi è stata una buona giornata, ne farò tesoro e diventerò la migliore ".

Nella categoria -52 kg, l'uzbeka Diyora Keldiyorova ha ottenuto una vittoria tattica per il secondo titolo del Grande Slam ed è stata premiata da Laszlo Toth, vicepresidente dell'IJF.

Denis Vieru, della Moldavia, si è aggiudicato il titolo nei -66 kg, premiato dal ministro azero dell'industria e difesa Madat Guliyev,

La campionessa mondiale del 2019 Christa Deguchi è tornata a dare il meglio di sé a -57 kg e ha ricevuto la medaglia d'oro dal direttore degli arbitri dell'IJF Florin Daniel Lascau.

Il pubblico si è divertiuto molto , non solo per la medaglia d'oro, ma anche per le due fantastiche medaglie di bronzo di Orkhan Safarov, una giornata davvero brillante per l'eroe locale. E per coronare il successo, un fragoroso ippon di Karamat Huseynov, che dimostra come 50 anni di Judo abbiano reso l'Azerbaigian una delle nazioni più appassionate a questo sport. C'è già grande attesa per la seconda giornata!