52enne ucciso a Torino. Aveva litigato col fratello, ora scomparso

·1 minuto per la lettura
(Photo: BrianAJackson via Getty Images/iStockphoto)
(Photo: BrianAJackson via Getty Images/iStockphoto)

Il cadavere di un uomo di 52 anni, colpito al capo con un coltello, è stato rinvenuto nel pomeriggio nella cantina di una abitazione del centro di Torino.
Sono in corso accertamenti tecnici scientifici sulla scena del crimine da parte dei militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell’Arma.

Si legge sulla Stampa:

Secondo alcuni testimoni il 52 enne avrebbe litigato con il fratello prima di scomparire. Lo stesso fratello risulterebbe scomparso. Da quel momento nessuno ha più avuto notizie dei due. Entrambi risultano residenti nell’appartamento di via Principe d’Acaja assieme al padre.

A dare l’allarme, secondo quanto si è appreso, sarebbe stato il padre, che da alcuni giorni non riusciva a mettersi in contatto col figlio. Il ritrovamento oggi pomeriggio, quando i vigili del fuoco sono entrati nel suo appartamento e, successivamente, nella cantina. A ucciderlo, sempre secondo le prime informazioni, sarebbe stata una coltellata a un occhio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli