A 57 anni, con il Covid, partorisce due gemelli con un cesareo d'urgenza

·1 minuto per la lettura

AGI - Una donna salernitana di 57 anni positiva al Covid-19 ha partorito, con un cesareo d'urgenza, due gemelli all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. La donna, alla 32esima settimana di gravidanza, è stata ricoverata nel reparto di Gravidanze a rischio per un problema di gestosi.

Poi, una volta stabilizzata, per un cedimento fisico causato dalla gravidanza gemellare e dall'età avanzata, è stata colpita da edema polmonare acuto con conseguente problema cardiorespiratorio, che ha messo in pericolo la sua vita e quella dei bimbi in grembo.

È stato necessario, quindi, rianimarla e procedere con un parto cesareo d'urgenza eseguito dai dottori Mario Polichetti e Giorgio Colarieti. Cosi', sono venuti alla luce due neonati di 1,5 kg e 1,250 kg, ricoverati successivamente all'ospedale Monaldi di Napoli. La 57enne, invece, è stata portata in Rianimazione per un'emorragia post parto e trasferita, poi, nel reparto Rianimazione Covid.

La donna è andata in arresto cardiaco dopo quattro ore dal cesareo e rianimata dalla dottoressa Flora Minichino. Nel frattempo, anche l'emorragia è stata tamponata e attualmente la paziente è ricoverata all'ospedale Da Procida per consentire un miglioramento dei suoi problemi respiratori provocati da edema polmonare e da infezione concomitante da Covid, attraverso una specifica riabilitazione. Le sue condizioni quando ha lasciato il Ruggi erano discrete.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli