5G, Volpi (Copasir): valutiamo di risentire premier Conte

Gci

Roma, 3 mar. (askanews) - "Valutiamo la possibilità di risentire il presidente del Consiglio, Conte perché sulla questione c'è ancora un po' di indeterminatezza". Ad annunciarlo, facendo riferimento alla questione legata al 5G è stato oggi il presidente del Copasir, Raffaele Volpi.

Lo stesso presidente dell'organismo parlamentare ha poi spiegato: "è chiaro che il Copasir ha un rapporto fiduciario con il Parlamento ed è chiaro che nella nostra relazione non possiamo mettere evidenze, ma è chiaro che se ci siamo espressi all'unanimità ci sono delle prove che ci hanno spinto a quella relazione".

Ovviamente, su una questione così cruciale per il futuro del paese Volpi si è detto certo che "tutto vada ricondotto alle scelte del decisore politico. Il governo sta facendo le gare per l'assegnazione (delle frequenze, ndr), scelte che non sono tecniche - ha poi spiegato - ma che hanno a che fare con le politiche internazionali" ma, ha insistito, "ci sono dati che evidenziano una certa pericolosità e, dunque, bisogna agire di conseguenza".

Volpi ha, infine, detto che società come Huawei e Zte hanno chiesto di essere risentite dal Comitato "ma non lo faremo. Ci sono altri paesi che hanno difficoltà a cambiare le scelte perché hanno già concesso le infrastrutture, noi non lo abbiamo ancora fatto e dunque siamo ancora in tempo, e questo vale anche per le torri di trasmissione. L'interesse nazionale deve essere preservato".