60 organizzazioni aderiscono a manifestazione Salviamo la Lombardia

Mlo

Milano, 17 giu. (askanews) - Sono oltre 60 le organizzazioni che aderiscono alla mobilitazione di sabato 20 giugno a Milano dal titolo emblematico Salviamo la Lombardia. Tra le realt aderenti la Casa della Carit di Don Colmegna, Non Uno di Meno, Legambiente, Mediterranea, i Giovani Democratici, le Sardine di Brescia, Como e Sal, CNCA Lombardia, il Forum per il diritto alla salute, Costituzione Beni comuni. Oltre a personalit come Claudio Bisio, Cecilia Sarti Strada, Giulio Cavalli, Alessandro Robecchi, Lella Costa, Francesco Laforgia, Susanna Camusso, Pierfrancesco Majorino, Vittorio Agnoletto, i sindaci e i consiglieri comunali di Milano, della provincia e della Lombardia, la segreteria della Camera del Lavoro di Milano e quella della Cgil regionale, la segretaria della Fiom. In piazza ci saranno anche 100 volontari mobilitati per garantire il distanziamento fisico tra i manifestanti

Gli organizzatori con questa mobilitazione intendono denunciare la gestione della pandemia in Lombardia che definiscono "un disastro totale" chiedendo il commissariamento della sanit e una revisione della riforma Maroni. "Abbiamo pagato sulla nostra pelle e su quella delle persone a noi care, decenni di scelte scellerate che hanno privilegiato l'ospedalizzazione e la centralizzazione delle strutture sanitarie, che hanno smantellato i servizi socioassistenziali e ridotto la salute delle persone a merce - si legge in una nota - Le scelte fatte in questi mesi sono state devastanti e hanno dimostrato l'insipienza di chi avrebbe dovuto proteggere la nostra regione dalla pandemia. Per questo chiediamo al governo di intervenire, commissariando la sanit lombarda, e alla vigilia della scadenza della cosiddetta sperimentazione Maroni - la legge regionale n. 23 del 2015 - ne chiediamo la completa revisione" "Sabato Milano 2030 porter in Duomo, le ragioni di 85.000 cittadini/e che in queste settimane si sono battuti/e per il commissariamento della sanit lombarda e lo Stop alla legge regionale 23, per una sanit pubblica e universale - dicono in una nota i rappresentanti di Milano 2030 tra gli organizzatori della manifestazione - La nostra battaglia si allargata, coinvolgendo centinaia di organizzazioni e personalit, che in modo corale chiedono anche giustizia e verit ai responsabili politici della sanit lombarda, sulle inadempienze e i tragici errori commessi nella gestione della pandemia Covid-19".