A 7 anni già Tiktoker? Lo psichiatra: no psicosi ma attenti all'abuso

Cro-Mpd

Roma, 7 feb. (askanews) - TikTok è l'app più scaricata del momento, con oltre 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo e un miliardo di registrati, ha battuto in poco tempo Instagram, Facebook e YouTube. I fruitori di TikTok hanno dai 7 ai 16 anni e appartengono alla generazione Z, i nati dalla seconda metà degli anni '90 al primo decennio del 2000. In vista delle prossime giornate di sensibilizzazione sul tema - 7 febbraio, Giornata contro il cyberbullismo e 11 febbraio, Safer Internet Day - Consulcesi, realtà di riferimento per la formazione dei professionisti sanitari, affronta il fenomeno della dipendenza digitale con lo psichiatra David Martinelli, esperto di dipendenza da internet presso il Policlinico Gemelli e responsabile scientifico del corso Fad "Internet & Adolescenti: dal cyberbullismo alla web-dipendenza" fruibile anche attraverso la collana e-book messa a disposizione dal provider Sanità in-Formazione. Il progetto formativo, presentato al Ministero della Salute, prevede anche anche una parte di edutainment rappresentata dal film "Sconnessi" diretto da Christian Marazziti ed in onda stasera su Canale 5. «La metodologia dei Film Formazione, lanciata in occasione della pandemia Ebola, - spiega il Presidente di Consulcesi Massimo Tortorella - è tra le più scelte dai professionisti della sanità per aggiornare le proprie competenze. In particolare, patologie legate a tematiche di grande rilievo sociale e mediatico che generano vere e proprie psicosi collettive, come l'attuale caso del Coronavirus, possono sfruttare la forza comunicativa e narrativa della cinematografia».

(Segue)