I 90 anni di Monica Vitti, vera mattatrice del cinema italiano

·1 minuto per la lettura
featured 1534651
featured 1534651

Milano, 3 nov. (askanews) –

07/03 15.28 “La dolce Vitti”, a Roma in mostra la vita di un’attrice unica

09/11 17.10 Paparazzo e gentiluomo, a Mosca la mostra Dolce Vita di Geppetti

15/07 15.49 Gerini: entusiasta e grata di portare in scena Monica Vitti

15/05 16.52 Tutti gli uomini e le donne di Cannes – da BB a Tarantino

———————————————-

“Monica Vitti è un’autentica stella del cinema italiano del Novecento, un interprete unica, amata dai più grandi registi della nostra cinematografia, a cominciare da Michelangelo Antonioni”. Così il ministro della Cultura Dario Franceschini in un messaggio di auguri per i 90 anni dell’attrice-icona di un’epoca, con la sua bellezza particolare ma indiscutibile, la voce roca ma irripetibile, e una verve tutta italiana.

Al secolo Maria Luisa Ceciarelli, la Vitti è soprattutto “mattatrice” ufficiale della commedia all’italiana, capace di tenere testa ai colleghi Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Nino Manfredi nei ruoli brillanti. Benché anche il cinema impegnato l’abbia fatta sua, nella tetralogia dell’incomunicabilità di Antonioni: L’avventura, La notte, L’eclisse e Deserto rosso.

Ma a parte i film di successo, Vitti è stata anche protagonista di una clamorosa gaffe di Le Monde che nel 1988 aveva pubblicato la fake news della sua morte: falsa evidentemente ancora oggi. Lei con eleganza ringraziò, per averle allungato la vita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli