90 anni fa l’uccisione di Sacco e Vanzetti

Condannati a morte sulla sedia elettrica per un reato mai commesso. Così vennero uccisi Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti il 23 agosto 1927 in Massachusetts. I due italiani di idee politiche socialiste di colore anarchico e pacifista vennero accusati dell’omicidio di un cassiere e di una guardia di un calzaturificio, rimasti uccisi durante una rapina. Sulla loro colpevolezza vi furono da subito molti dubbi e nessuna prova decisiva. A nulla valse neppure la confessione di un detenuto portoghese che li scagionava. La condanna a morte di due innocenti fu eseguita. Solo a cinquant'anni di distanza, il 23 agosto 1977 , il governatore dello Stato del Massachusetts riconobbe ufficialmente gli errori commessi nel processo e riabilitò completamente la memoria di Sacco e Vanzetti. Alcuni anni prima, nel 1971, il film ‘Sacco e Vanzetti’ diretto da Giuliano Montaldo interpretato da Gian Maria Volonté e Riccardo Cucciolla aveva reso molto popolare la loro tragica storia. (Video: dal film ‘Sacco e Vanzetti’ del 1971)