A 95 anni chiede divorzio “Non lo facciamo”

Lei ha 41 anni meno di lui e secondo l’uomo la donna l’avrebbe circuito, convincendolo nel 2009 a sposarla, ma senza poi andare a vivere da lui e, soprattutto, senza consumare le nozze. (Credits – Getty Images)

Chiede il divorzio perché la moglie non si concede. Anzi, chiede proprio l’annullamento del matrimonio e denuncia la consorte per averlo circuito. Protagonista di questa storia, però, non un giovane virgulto, ma un signore di 95 anni, che si è rivolto al Tribunale perché sua moglie non vuole fare sesso con lui.

Lei ha 41 anni meno di lui e secondo l’uomo la donna l’avrebbe circuito, convincendolo nel 2009 a sposarla, ma senza poi andare a vivere da lui e, soprattutto, senza consumare le nozze. In realtà, però, dietro questa storia di sesso non consumato si nasconde una vera e propria truffa che ha visto l’allora 86enne venir circuito, con la futura sposa che ha coinvolto loro malgrado anche la famiglia dell’uomo.

La donna, da quel che ha raccontato l’avvocato dell’uomo, oltre a sposarlo e a non consumare, avrebbe fatto credere ai parenti e alle figlie di lui che l’anziano fosse morto, tanto da aver organizzato pure un finto funerale corredato da annuncio funebre. Il tutto, secondo l’uomo, per mettere le mani sui suoi soldi e sulla sua pensione. Ma ora?

Le strade che si prospettano per il 95enne sono due. La prima è chiedere l’annullamento del matrimonio perché non è stato consumato. Una procedura veloce, ma rischiosa, perché è difficile dimostrare che non vi è stato sesso in questi anni. Certo, l’età dell’uomo e il fatto che viva in un centro per anziani potrebbe spingere a credere alla sua versione. L’altra strada, invece, è l’annullamento del matrimonio per essere stato, al momento della celebrazione del matrimonio, incapace di intendere e volere. Una strada più facile, ma più lunga, che però viste le testimonianze raccolte potrebbe garantire più facilmente un “lieto fine” a questa storia assurda.