999 bottiglie omaggio a Pirandello per Etna Rosso Doc Al-Cantàra

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 giu. (askanews) - Edizione numerata, etichette acquerellate a mano una per una: in solo 999 bottiglie di Nerello mascalese, vitigno principe dell'Etna Rosso DOC, arriva Liolà-Ullarallà, il vino da collezione 2021 della azienda vinicola Al-Cantàra di Pucci Giuffrida che quest'anno sceglie il personaggio più esuberante e vitale dalla penna di Lugi Pirandello.

"Soltanto 999 bottiglie - spiega il produttore - per il debutto di Liolà Ullarallà, Etna Rosso Doc della vendemmia 2017. Lo abbiamo dedicato al drammaturgo, e premio Nobel, Luigi Pirandello. Ogni bottiglia di Liolà è infatti un'opera d'arte, con un'etichetta originale e dettagli unici acquerellati a mano singolarmente da Annachiara Di Pietro".

A raccontare i processi di lavorazione di Liolà, Etna Rosso Doc dalle intense sfumature rubino, è l'enologo di Al-Cantara, Salvo Rizzuto. "Le uve - spiega - vengono da un appezzamento della contrada Feudo Sant'Anastasia, dove ricade l'azienda, ricco di minerali e da un vigneto allevato a controspalliera con potatura a doppio cordone speronato. Al termine della fermentazione alcolica, il vino ottenuto riposa in due tonneaux da 500 litri, uno in rovere francese e l'altro in castagno dell'Etna, per la fermentazione malolattica. Affinando sul feccino nobile per 14 mesi, si prosegue in acciaio per 12 mesi e i restanti mesi in bottiglia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli