Abarth, un anno di successi in pista e su strada

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 gen. (askanews) - Abarth chiude un 2020 ricco di successi sportivi e commerciali con la vittoria della Coppa Fia R-Gt e una crescita del 50% della quota di mercato, grazie al lancio delle serie speciali in soli 2mila esemplari: la 595 Scorpioneoro e la 595 Monster Energy Yamaha. Soddisfazione per i risultati raggiunti nelle parole di Luca Napolitano, Head of Emea Fiat, Lancia and Abarth Brands: "Siamo orgogliosi di festeggiare la vittoria per il terzo anno consecutivo della coppa Fia R-Gt con l'Abarth 124 rally guidata dall'italiano Andrea Mabellini, in pratica il mondiale delle Gran Turismo. Il pilota italiano ha anche conquistato l'Abarth Rally Cup 2020. Dopo tre campionati consecutivi vinti, la 124 rally resta la vettura da battere nella categoria R-GT, con oltre 100 vittorie. Voglio inoltre fare i complimenti a Gabriele Minì, giovane talento nazionale e promessa del motorsport internazionale, che ha vinto, primo italiano, il campionato F4 del Belpaese e a Jonny Edgar vincitore del campionato F4 tedesco".

Positivi i risultati anche sul fronte commerciale, con il lancio delle due serie speciali della 595 ispirate nella livrea all'esclusiva A112 Abarth Targa Oro e ai colori della Yamaha M1 di Valentino Rossi. La quota di mercato è aumentata del 50% rispetto allo scorso anno, facendo segnare un nuovo record, mentre oltre l'80% delle vendite è realizzato fuori dall'Italia.

Per il 2021, Abarth ha annunciato un rinnovamento della gamma: nuovi colori, nuove finiture e nuovi dettagli sempre all'insegna dello stile e delle performance. Confermati anche gli impegni in pista con la partecipazione ai campionati di Formula 4, con l'obiettivo di esportare e far crescere il format, e nei rally dove proseguirà la collaborazione con i team privati all'interno del progetto Abarth customer sport. Successo infine per l'Abarth Day, quest'anno in forma digitale: il marchio è entrato nei Guinness World Records per aver organizzato il più grande raduno digitale al mondo, grazie alla grande partecipazione degli appassionati che hanno caricato 868 foto delle proprie vetture sulla pagina fb dedicata.