ABBA di nuovo in concerto, ma in versione avatar: fan in delirio

Gli ABBA oggi (Photo credit: Baillie Walsh)
Gli ABBA oggi (Photo credit: Baillie Walsh)

Gli ABBA sono tornati. O meglio, gli ABBAtar. Dopo 40 anni e oltre 400 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, Anni-Frid Lyngstad, Björn Ulvaeus, Benny Andersson e Agnetha Fältskog si sono riuniti con una live performance digitale dal titolo "ABBA Voyage". Venerdì 27 maggio, al Queen Elizabeth Olympic Park di Londra, che per l’occasione è stato persino rinominato ABBA Arena, è andato in scena un concerto unico nel suo genere che ha fatto impazzire vecchi e nuovi fan di tutto il mondo.

SFOGLIA LA GALLERY: Gli ABBA sono tornati, la reunion sul palco 40 anni dopo

Lo spazio è stato adattato all’evento con avanzate tecnologie che hanno permesso la proiezione sul palco degli avatar dei magnifici quattro. Dietro al dispiego di questi potenti mezzi c’è il regista George Lucas, che per la prima volta ha lasciato il cinema per prestare servizio nella musica. La prima del concerto degli ABBA è stata un successo incredibile, sold-out da mesi, nonostante il costo esorbitante dei biglietti (venduti fino a 1.200 euro l’uno).

Gli ABBA negli anni Settanta (Polar Music International AB)
Gli ABBA negli anni Settanta (Polar Music International AB)

Novanta minuti di grande musica, ricordi, emozioni, divertimento ed effetti speciali, frutto di un lungo lavoro: per trasformarsi in ABBAtar, infatti, i quattro artisti svedesi si sono sottoposti quotidianamente per oltre un mese a ore e ore di esibizioni, inquadrati da ben 200 telecamere e accompagnati da un team di 40 tecnici esperti.

Questo ha così consentito ai dispositivi di catturare le loro movenze e trasferirle agli speciali avatar che sono saliti sul palco dell’ABBA Arena di Londra. Gli alter ego dei quattro componenti della band avevano le fattezze giovanili dei cantanti, tornati in tutto il loro splendore (in abiti futuristici firmati Dolce & Gabbana) a suonare hit come Dancing Queen, Waterloo e Mamma Mia!.

Benny Andersson ha però confessato che in futuro non ci sarà una reunion vera e propria degli ABBA e non sono previsti altri show: "Perché tutti si chiedono se ce ne saranno altri? Stiamo facendo qualcosa dopo 40 anni: abbiamo realizzato un album, un'arena e abbiamo lavorato cinque anni e mezzo per ottenere qualcosa. No, non ci sarà altro", ha spiegato al Sun.

Benny, 75 anni, Agnetha Fältskog, 72, Björn Ulvaeus, 77, e Anni-Frid Lyngstad, 76 anni, in lacrime sul palco della ABBA Voyage a Stratford, si sono esibiti davanti a fan provenienti da tutto il mondo. Presenti anche star del calibro di Kylie Minogue, Myleene Klass, Penny Lancaster e Kate Moss.

GUARDA ANCHE - La discografia degli ABBA in vinili da collezione

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli