Abbandonato, picchia e rasa l'ex: complici i genitori

webinfo@adnkronos.com

Abbandonato dalla fidanzata, la rapisce e la pesta. Ma non basta, in segno di sfregio alla giovane vengono anche tagliati i capelli. Ad attuare la brutale vendetta è stato un giovane di origine serba, con l'aiuto e la complicità dei suoi genitori. La ragazza è stata soccorsa dai carabinieri ad un posto di blocco, fermando l'auto in cui era a bordo.  

La vicenda risale a mercoledì scorso, a Lendinara in Polesine. Finito l'amore, la giovane 23enne decide di lasciare l'uomo e andare a convivere con un nuovo compagno a Quistello, nel mantovano. L'ex, per nulla rassegnato all'idea dell'abbandono, irrompe nell'abitazione della coppia con i suoi genitori malmenando l'uomo e rapendo la giovane. Denunciato il rapimento, i carabinieri avrebbero all'istante bloccato il serbo, inseguito l'auto dei genitori in cui era rinchiusa la 23enne e proceduto all'arresto per sequestro di persona.