##Abe cerca soluzione su rapiti Nordcorea: per lui è una necessità -5-

Mos

Roma, 18 set. (askanews) - Abe si occupa in maniera costante della vicenda dei rapiti dal 1988, quando era segretario del padre parlamentare e prima che essa assumesse una rilevanza nazionale. E' uno dei tre temi sui quali ha detto di avere fondato il suo intero impegno politico. Gli altri due sono la restituzione delle isole Curili meridionali da parte della Russia e la riforma costituzionale in termini che consentano il riconoscimento del ruolo delle Forze di autodifesa (le forze armate) giapponesi.

Sulle Curili meridionali, la possibilità di arrivare a un accordo con Mosca prima del fatidico settembre 2021 sono piuttosto scarse: le trattative con il presidente Vladimir Putin sembrano al palo. Per quanto riguarda la riforma costituzionale, dopo l'approvazione delle due camere, se mai ci si arriverà, ci sarà un referendum dagli esiti assai incerti. Se non dovesse centrare, quindi, neanche l'obiettivo di far luce sui rapiti, Abe rischierebbe di chiudere la sua carriera politica di vertice con una sconfitta su tutta la linea. (Segue)