Abe: deprecabile scelta Seoul di annullare accordo intelligence -2-

Mos

Roma, 26 set. (askanews) - Lo scorso mese la Corea del Sud ha deciso di non rinnovare un accordo di condivisione delle intelligence all'interno di un conflitto che da alcuni mesi paralizza i rapporti tra i due paesi, dopo che la Corte suprema sudcoreana ha stabilito che aziende nipponiche devono pagare un risarcimento per l'utilizzo del lavoro forzato coreano tra il 1910 e il 1945. Tokyo considera chiusa la faccenda con l'accordo di normalizzazione dei rapporti del 1965.

La presa di posizione di Abe viene dopo che fonti hanno rivelato all'agenzia di stampa Kyodo che alcuni dei recenti lanci di missili nordcoreani non sono stati rilevati dai radar giapponesi. In questo senso, la collaborazione tra intelligence con la Corea del Sud, risulta fondamentale.