Abolizione bollo auto, la proposta di Luigi Di Maio

abolizione bollo auto

Abolire il bollo auto con i risparmi dello spread. E’ questa la proposta avanzata da Luigi Di Maio e accolta con gioia da migliaia di automobilisti italiani. Il ministro dello Sviluppo economico ha scelto di annunciarla in tv, a Unomattina, su Rai 1. Nel corso della trasmissione il vicepremier ha toccato diversi punti, tra cui anche le tensioni alla maggioranza e la giustizia. “Per il Csm – ha detto – va cambiato il sistema elettorale, anche ricorrendo al sorteggio così che le correnti non possano mettersi d’accordo”. “Grazie alla legge anticorruzione abbiamo scoperto il più grande scandalo della magistratura” ha poi aggiunto.

Abolizione del bollo auto

“Visto che lo spread si è abbassato, si potrebbe cominciare ad eliminare una tassa odiosa come il bollo auto. Voglio trovare i soldi per permettere ai cittadini che acquistano un’auto, che mi auguro sempre più ecologica, di avere meno tasse“. L’idea è di “una consistente riduzione o abolizione” perché “da qui a fine anno le risorse le dobbiamo mettere insieme”. Per Di Maio dunque, il bollo auto va abolito e le risorse sembrano esserci.

Le tensioni al Governo

Nel corso del suo intervento su Rai 1, avvenuto proprio in giorni delicati per il futuro della maggioranza, il vicepremier ha commentato anche la situazione tra il suo Movimento 5 Stelle e la Lega: “Sono sicuro dell’esecutivo e ritengo ingiusto che ogni giorno si minacci una crisi di governo. Dal mio punto di vista ci sono delle riforme che si devono fare”. Commentando poi le parole di Salvini ha aggiunto: “Non ci sono tre no” su autonomia, manovra e giustizia.