Aborto, "andiamo a bruciargli casa": minacce ad assessore Marche

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

“Andiamo a bruciargli casa”, "la Regione arretra, le donne avanzano. Molto più di 194, questa è guerra”. Sono i cartelli esposti contro l'assessore alla Cultura della Regione Marche, Giorgia Latini, alla quale è arrivato il sostegno del governatore Francesco Acquaroli.

"Esprimo vicinanza e sostegno all'assessore Giorgia Latini, oggetto di questo violento attacco, solo per aver espresso la sua legittima e personale opinione in merito alla difesa della vita e al sostegno alla maternità - ha scritto Acquaroli su Facebook - Condanno e rifiuto questa violenza verbale che da molti anni non apparteneva al dibattito nella nostra regione. Si possono avere legittimamente opinioni divergenti, senza però mai scadere nelle minacce. Buona Domenica a tutti, nella speranza che il rispetto del prossimo prevalga sempre".