Abruzzo, Chieti svegliata da un boato: crolla ex zuccherificio

Chieti crolla ex zuccherificio
Chieti crolla ex zuccherificio

Con il crollo dell’ex zuccherificio di Chieti Scalo, l’Abruzzo ha perso un piccolo pezzo della storia industriale del dopoguerra. Alle 5.45 di domenica 8 maggio lo stabilimento situato in via Erasmo Piaggio e di proprietà del Gruppo Toto è stato raso al suolo in circa un secondo. L’esplosione ha generato un forte boato che è stato avvertito non solo in città, ma anche nelle aree limitrofe. A seguito dell’operazione non è rimasto altro che un enorme scheletro di metallo in mezzo ad un cumulo di polveri.

Chieti, crolla ex zuccherificio: città svegliata da un forte boato

L’intero intervento è stato ripreso dai droni e diffuso dallo stesso Gruppo sul canale YouTube. Le strade così come l’area circostante sono state presidiate dalle Forze dell’ordine. Infine sono state sottoposte a bonifica. Stando a quanto riporta ANSA – lo stabilimento constava di una superficie di 3900 metri quadrati della lunghezza di 104 metri e dell’altezza di 25. Il volume dell’intero edificio era di 65mila metri cubi complessivi.

Cosa ne sarà dell’area su cui sorgeva l’edificio demolito?

L’area su cui sorgeva l’edificio – ha spiegato la Toto Costruzioni Generali – potrebbe essere riqualificata e vivere così una seconda vita: “La demolizione di oggi apre il campo ad ipotesi progettuali finalizzate alla riqualificazione dell’area, per i quali il Gruppo Toto ha in corso le necessarie analisi di fattibilità”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli