Abruzzo, il Consiglio modifica le disposizioni su espianto ulivi

Xab

L'Aquila, 23 giu. (askanews) - Approvato a maggioranza dal Consiglio regionale dell'Abruzzo nella seduta pomeridiana di oggi a L'Aquila anche il progetto di legge che modifica le disposizioni in materia di tutela delle piante di olivo adulte per la loro classificazione, recupero e cessione. Il testo punta a semplificare la procedura autorizzativa per l'abbattimento e l'espianto delle piante di olivo. Nello specifico si prevede, rispetto al passato, che i proprietari legittimi o i conduttori degli oliveti possano provvedere al loro espianto o abbattimento anche nel caso in cui gli ulivi siano soggetti a scarsa produttivit per cause non rimovibili. La procedura autorizzativa deve coinvolgere l'Ufficio Fitosanitario regionale e non pi il servizio Fitosanitario dell'Arssa in quanto la stessa agenzia stata soppressa. Approvato all'unanimit il progetto che modifica la legge sulla "Gestione della fauna ittica e disciplina della pesca nelle acque interne" prevedendo un pi agevole funzionamento della Commissione Consultiva della Pesca attraverso un distinguo tra i componenti della Commissione che saranno inquadrati come partecipanti di diritto oppure invitati permanenti. Prevista anche la valorizzazione del Centro ittiogenico sperimentale (C.I.S.I) dell'Aquila assicurando al Centro stesso il reimpiego delle risorse derivanti dalla vendita del materiale ittico prodotto.