Abruzzo, Imprudente: al via bando per giovani inprenditori

Xab

L'Aquila, 17 dic. (askanews) - "Incentivare i giovani che vogliono costruire il proprio futuro professionale nell'agricoltura è una priorità ed un impegno che si concretizza attraverso le azioni poste in essere sul territorio abruzzese attraverso il Dipartimento Agricoltura della Regione". Lo afferma il vicepresidente della Giunta regionale dell'Abruzzo con delega all'Agricoltura, Emanuele Imprudente, che comunica la pubblicazione del Bando 'Pacchetto Giovani' Edizione 2019 - in particolare con la Tipologia di intervento 6.1.1, 'Aiuto all'avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori'. Da oggi sono disponibili le funzionalità AGEA-SIAN, nonché l'apposito applicativo informatico PSA WEB ABRUZZO, finalizzati alla presentazione delle domande di sostegno relative al bando . La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 28 febbraio. "Questo bando - aggiunge Imprudente - rappresenta una opportunità lavorativa ed imprenditoriale nell'incentivare il primo insediamento in agricoltura di giovani imprenditori qualificati attraverso la promozione ad aumentare il numero di aziende agricole condotte da giovani imprenditori, professionalmente qualificati, che presentano progetti di sviluppo di attività in grado di competere sul mercato e con caratteristiche innovative. Sono favoriti gli insediamenti nell'area D della Regione Abruzzo, coincidente con le zone interne con problemi di sviluppo, caratterizzate da una maggiore propensione alla riduzione/abbandono dell'attività agricola". Possono avere accesso i soggetti che abbiano un'età compresa fra i 18 anni compiuti ed i 41 anni non ancora compiuti, in possesso di una qualificazione specifica in campo agricolo o che si impegnassero ad acquisirla entro i termini stabiliti dal bando ed in possesso di un'impresa agricola già avviata mediante iscrizione alla Camera di Commercio (CCIAA) ed apertura della relativa partita Iva. L'impresa in cui il giovane va ad insediarsi deve presentare specifici requisiti minimi di redditività che ne garantiscano la vitale sopravvivenza economica. Il premio accordato al giovane che si insedia in agricoltura è fissato in 50.000,00 euro, che è elevato a 60.000,00 euro nel caso di insediamento in aziende ricadenti in area D. Nel caso di società condotte esclusivamente da giovani, il premio viene moltiplicato per i giovani insediati. Al premio va ad aggiungersi il sostegno riferibile alla Tipologia di intervento 4.1.1. la cui entità è fissata al 60% dell'investimento ammissibile, aliquota ridotta al 40% nel caso di investimenti relativi alla trasformazione e commercializzazione. Il bando presenta una dotazione finanziaria di 5.000.000 di EURO finalizzati alla corresponsione del premio, cui si abbinano 2.000.000 di euro destinati al finanziamento degli investimenti riferiti ad un sottointervento 4.1.1. Questa dotazione prefigura un'ammissibilità a finanziamento di circa 90/100 aziende.