Abruzzo, a Pescara la conferenza su progetto europeo 'Watercare'

Xab

Pescara, 13 nov. (askanews) - Si terrà venerdì, 15 novembre, dalle 9, nella sala conferenze dell'Aurum, a Pescara, il 3° public event organizzato per illustrare il progetto "Watercare", finanziato dal Programma di cooperazione territoriale Italia-Croazia, che mira a ridurre l'impatto ambientale dovuto a contaminazione microbiologica delle acque balneabili. Il progetto si inserisce nel contesto delle priorità strategiche UE finalizzate al miglioramento della qualità ambientale delle acque costiere e marine in generale, mediante l'impiego di tecnologie sostenibili ed innovative. Queste misure devono essere adottate in accordo con la Direttiva UE 2006/7/CE che regola la qualità delle acque costiere balneabili. Alla conferenza di venerdì parteciperanno il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, che insieme ai tecnici e responsabili del settore, cercherà di analizzare le azioni volte a migliorare la gestione della balneabilità delle acque marine e costiere. Il progetto, che vede impegnati partner istituzionali (Regioni Abruzzo e Marche, Università di Urbino "Carlo Bo", contea di Spalato e Dalmazia, Regione di Dubrovnik e Neretva, Università di Spalato, Centro di ricerca Metris e Ministero delle Acque della Croazia), prevede di sviluppare un sistema innovativo detto 'Water Quality Integrated System' (WQIS) basato su di un sistema di monitoraggio idro-meterologico in tempo reale; realizzare una gestione ad-hoc delle acque balneabili in un sito pilota e attraverso un modello funzionale di previsione; condurre studi di fattibilità del modello in 4 siti ulteriori collocati lungo le coste italiane e croate con lo scopo di migliorare la gestione delle problematiche riguardanti la qualità del sistema marino e svilupperà un sistema di allerta in tempo reale in grado di identificare preventivamente la presenza di rischio ecologico dovuto a contaminazione batterica fecale delle acque balneabili e di supportare le decisioni delle autorità in campo di gestione delle acque di balneazione.