Abruzzo, Sospiri: anno di grande lavoro per Consiglio regionale

Xab

L'Aquila, 9 gen. (askanews) - "Sono soddisfatto del lavoro svolto dal Consiglio regionale in questo primo anno di attività. Abbiamo eletto il garante dei detenuti, rifinanziate le piccole imprese del cratere sismico e approvato una finanziaria solidale che incontra le necessità dei comuni abruzzesi". E' quanto dichiarato dal presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo, Lorenzo Sospiri a palazzo dell'Emiciclo a L'Aquila in occasione del rendiconto delle attività dell'anno 2019. "E' un Consiglio regionale che lavora, che risparmia soldi pubblici per destinarli al territorio e alle imprese. Tutto questo - ha aggiunto Sospiri - lo abbiamo fatto grazie alla qualità del lavoro della maggioranza, di una opposizione di qualità e degli uffici del Consiglio regionale. Per il prossimo anno abbiamo diversi obiettivi, tra i quali l'approvazione del testo sull'urbanistica fermo al 1983, il ritorno alla programmazione sanitaria regionale attraverso l'approvazione del nuovo Piano Sanitario regionale, la nomina del garante dell'infanzia. Il nuovo anno potrebbe inoltre portare maggiore risorse per il bilancio regionale - ha spiegato Sospiri - ed io credo che sia nostro dovere restituire agli abruzzesi quanto hanno pagato con la maggiore tassazione in questi anni attraverso una decisa politica di riduzione fiscale". Sull'impugnativa della legge sugli alloggi popolari Sospiri ha risposto che si attendeva il confronto con il Governo nazionale e che la Regione è pronta a difendere la legge. "Mi è invece dispiaciuta l'impugnativa della legge sui trabocchi in quanto rappresentano uno straordinario attrattore turistico per la nostra Regione."