Abusi edilizi ad Ostia, assolti gestori di storico stabilimento

Nav

Roma, 2 ott. (askanews) - Cadono le accuse di abusi edilizi nei confronti dei gestori dello stabilimento balneare di Ostia 'La Casetta', l'architetto Luigi Salabè, 62 anni, e la madre Annamaria Ancilli, 88. Il giudice monocratico del tribunale capitolino, Roberta Di Gioia, accogliendo la ricostruzione della difesa, con gli avvocati Nicola Madia e Antonio Rucco, ha pronunciato una sentenza di assoluzione. Le accuse contestate erano connesse a presunti abusi edilizi che erano stati compiuti nel corso degli anni nell'area demaniale e non solo. Lo stabilimento per questo nel 2015 era stato oggetto anche di un sequestro. I due penalisti hanno spiegato: "Peccato che dall'avvio di questo procedimento ad oggi lo stabilimento è stato chiuso, oltre 20 dipendenti mandati a casa e le strutture stanno andando in rovina".