Abusi, maltese coordina task force del Papa per aiutare vescovi

Ska

Città del Vaticano, 28 feb. (askanews) - E' il maltese Andrew Azzopardi, assistente sociale, da cinque anni a capo della commissione per la tutela dei minori della Chiesa guidata alla Valletta dal'arcivescovo Charles Scicluna, il coordinatore della task force vaticana, presentata oggi, che aiuterà le conferenze episcopali e gli ordini religiosi di tutto il mondo ad implementare il contrasto e la prevenzione degli abusi sessuali compiuti da preti e religiosi su minori.

"Penso che ci sarà piena disponibilità da parte di tutti perché la questione è una priorità", ha detto Azzopardi nel corso di un briefing con i giornalisti in sala stampa vaticana.

La task force consiste in una decina di persone, prevalentemente canonisti, provenienti da diversi paesi e di diverse lingue, che, su richiesta degli episcopati e degli ordini religiosi, forniranno consulenza (tramite corrispondenza o con visite in loco) per applicare , nel caso di quella "decina" (così padre Federico Lombardi) di episcopati ancora sforniti, scrivere le linee-guida che ogni conferenza episcopale dovrebbe adottare.