Abusi sessuali su minorenne, arrestato 34enne a Firenze

abusi sessuali

Una giovane di 14 anni si è recata, insieme alla mamma, presso la stazione dei Carabinieri di Rifredi, un quartiere della zona nord ovest di Firenze. Dopo anni di abusi sessuali da parte dello zio di secondo grado, la minorenne ha deciso di raccontare tutto alle forze dell’ordine. Secondo le dichiarazioni della ragazza, l’uomo ha frequentato spesso la casa della vittima e in tutti questi anni nessuno ha mai sospettato di lui.

Abusi sessuali su minore, la famiglia si fidava

Lo zio, un uomo di 34 anni, è stato arrestato ed è stato accompagnato presso il carcere di Sollicciano a Firenze, dove si trova tutt’ora. Gli agenti hanno perquisito la sua abitazione e hanno posto sotto sequestro due smartphone, un hard disk e un pc. All’interno di questi sono infatti state trovate diverse foto di minori. Il 34enne dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale su minore e detenzione di materiale pedopornografico.

Stando alle prime ricostruzioni effettuate dagli inquirenti, l’uomo avrebbe sviluppato negli anni una vera e propria ossessione nei confronti della ragazzina fin da quando aveva 9 anni, momento in cui sarebbero iniziati i primi abusi sessuali. Lo zio avrebbe promesso alla 14enne di regalarle uno smartphone in cambio di prestazioni sessuali. Lo stesso telefono con il quale avrebbe poi filmato gli abusi. La giovane, a causa dei ripetuti abusi, è caduta in uno stato di profonda depressione tale da impedirle di recarsi a scuola. Ed è stata proprio questa prolungata assenza ad allarmare gli insegnanti che hanno deciso di consultare i genitori della vittima.

Questo è solo l’ennesimo caso di abusi sessuali su minori. Solo qualche mese prima un’educatrice di 38 anni è stata condannata a otto anni di carcere per aver avuto una relazione sessuale con un 13enne.