Abusi, sportello per le denunce in tutte le diocesi italiane

Ska

Città del Vaticano, 23 gen. (askanews) - Tutte le diocesi italiane avranno uno sportello per segnalazioni e denunce degli abusi sessuali sui minori. Ad annunciarlo, mons. Lorenzo Ghizzoni, presidente del Servizio nazionale della Cei per la tutela dei minori e degli adulti vulnerabili.

"Abbiamo completato le nomine di tutti i referenti diocesani in Italia", ha detto l'arcivescovo di Ravenna in conferenza stampa, "ora tutte le diocesi hanno un referente diocesano che sarà collaboratore del vescovo per far crescere il servizio per tutela minore e le persone vulnerabili, un'attività pastorale da svolgere in collaborazione con la pastorale giovanile e famigliare, la Caritas, e che dovrà coinvolgere organismi, associazioni, movimenti, parrocchie e scuole cattoliche. Ci sarà anche un centro di ascolto per la tutela dei minori e, in particolare, una persona deputata a questo compito, che può raccogliere lamentele e denunce". Una persona che "dovrà essere preparata per dedicarsi a questo ascolto, un facilitatore, meglio se laico e meglio se donna, fornito di telefono, indirizzo mail, eventuale luogo per un incontro riservato con persone che vogliano fare segnalazioni o denunce". Entro maggio le diocesi italiane sono "tenute" a "comunicare la costituzione di questi centri di ascolto alla Santa Sede", ha detto l'arcivescovo.

(segue)