Abusi su figlia di due anni, video venduti online: arrestato papà orco

abusi

Un uomo di 46 anni è stato arrestato per aver avuto rapporti sessuali con la figlia, da quando aveva l’età due anni e mezzo. L’indagine è scattata quando la polizia australiana ha intercettato alcuni video pedopornografici che circolavano su internet. Le autorità italiane hanno così individuato il papà orco, originario della provincia di Treviso.

Arrestato papà orco

L’uomo si trova attualmente nel carcere di Treviso, dopo che gli agenti della squadra mobile di Venezia, coordinata dalla Procura della città che si occupa di tutti i reati informatici, l’hanno arrestato presso la propria abitazione. Il 23 agosto 2019 il 46enne dovrebbe essere sottoposto all’interrogatorio di garanzia, durante il quale potrà rispondere alle domande del gip.

Le prove a suo carico però sembrano essere schiaccianti. In base ai video visionati dalla polizia postale, infatti, l’uomo era talmente sicuro di non essere scoperto da non eliminare né il suo volto né la targa della sua auto nei video pedopornografici che vendeva online.

Gli abusi sulla figlia

I filmati lo ritraevano mentre abusava della figlia, da quando questa aveva l’età di due anni a mezzo. I video venivano poi diffusi su alcuni siti internet presenti nel dark web, soprattutto australiano. Da qui forse la convinzione dell’uomo di non poter mai essere rintracciato.

Una volta ricevuta la segnalazione dall’Australia, la polizia postale italiana ha fermato con urgenza il papà orco, che viveva da solo con la figlia. La bambina, che ora ha sei anni, è stata affidata quindi ad una comunità protetta. Gli inquirenti stanno organizzando per lei un’audizione protetta, al fine di raccogliere anche la sua triste testimonianza.