Abuso d’ufficio: assolto a Roma ex comandante generale Carabinieri Del Sette

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 nov. (Adnkronos) – L’ex comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette è stato assolto dal giudice di Roma con la formula “perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato”. Con Del Sette sono stati assolti, per una fattispecie legata all’abuso d’ufficio, anche Antonio Bacile, ex comandante regionale della Sardegna, e Gianni Pitzianti, delegato del Cocer-Cobar, l’organismo di rappresentanza dell’Arma.

L’accusa inizialmente ipotizzava l’adozione di "illegittimi provvedimenti di demansionamento e trasferimento ad altri uffici" di un colonnello, di un luogotenente e di un tenente dei carabinieri. Per il generale Del Sette e per Bacile era già caduta l’accusa di omissione di atti di ufficio. L'inchiesta era partita dalla Procura di Sassari ed era poi passata a Roma per competenza territoriale.

“Grande soddisfazione – commenta il difensore, l’avvocato Carlo Bonzano – da parte del generale Del Sette che ha vissuto con grande dignità e riserbo questo momento di oggettiva sofferenza: per chi come lui nella vita ha servito lo Stato, vedersi accusato di fatti che non ha commesso è fastidioso innanzitutto dal punto di vista umano. Sono state accolte integralmente le richieste della difesa alla quale si era associata anche la Procura”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli