Accoltella l'ex e un'amica durante lite, denunciata

webinfo@adnkronos.com

Una lite per futili motivi tra due ex fidanzati rischia di trasformarsi in tragedia. Nella colluttazione una ragazza di Foggia ha afferrato un coltello e ha ferito il suo ex e un’amica intervenuta per separare i due. Per fortuna nessuno ha riportato gravi ferite. Tutto è successo ieri mattina verso le 11,30, in via Felice Cavallotti. La segnalazione al 113 parlava di una lite in strada tra più persone, delle quali una armata di coltello. I poliziotti della Volante, giunti sul posto, hanno rintracciato tutte le persone coinvolte: un uomo di 31 anni, la sua ex fidanzata di 26 anni ed un’amica di quest’ultima di 33 anni. 

Il primo ha riferito agli agenti che poco prima aveva avuto un litigio con la sua ex fidanzata la quale lo aveva aggredito con un coltello procurandogli delle lesioni alla mano sinistra ed al braccio destro. Nella colluttazione, la sua ex fidanzata aveva ferito anche un’amica di quest’ultima colpita con lo stesso coltello. Secondo l’uomo la sua ex fidanzata, non accettando la fine della relazione, si era recata nei pressi della sua abitazione e, davanti al suo rifiuto di farla entrare, avrebbe reagito andando in escandescenza tanto da danneggiare anche la porta di ingresso di casa. La ragazza, al contrario, ha riferito di essersi dovuta difendere in quanto il suo ex l’avrebbe colpita al viso con un pugno.  

L’amica di quest’ultima, che ha assistito ai fatti, ha dichiarato di essere stata colpita dal coltello impugnato dalla donna nel tentativo di separare i due litiganti. Nessuna delle persone coinvolte ha richiesto l’intervento di personale medico, vista la non gravità delle ferite. Il coltello utilizzato nella lite è stato rinvenuto dai poliziotti sotto un’auto in sosta. Si tratta di un coltello da cucina seghettato ed appuntito con una lama di circa 10 centimetri che è stato sequestrato. La ventiseienne che lo ha utilizzato è stata denunciata alla Procura della Repubblica per porto abusivo di armi da taglio e per lesioni personali.