Accoltella lo zio che difenda la moglie, arrestato nel Lazio

Cro/Ska

Roma, 26 nov. (askanews) - "Durante la notte, a Fabrica di Roma, peraltro nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ennesima lite tra coniugi, stavolta finita in modo tragico". Lo rendono noto i carabinieri di Viterbo.

"Due coniugi entrambi di origini rumene, 40 anni lui e 35 lei, hanno iniziato a litigare furiosamente, tanto da richiedere da parte della donna l'intervento di una zia per sedare la lite, ma neanche la zia riusciva, e la situazione degenerava al punto che interveniva anche lo zio dei due litiganti, ma la lite tra i due coniugi anziché calmarsi esasperava ancora di più l'animo del marito, tanto che prendeva un grosso coltello da cucina ed inseguiva lo zio intervenuto fino in strada dove lo ha raggiunto ed accoltellato all'addome, provocandogli una grave ferita. Immediatamente intervenivano i carabinieri della stazione di Fabrica di Roma nel frattempo avvisati e prontamente immobilizzavano l'aggressore, che veniva dichiarato in arresto per lesioni aggravate e sottoposto al regime della detenzione domiciliare".

"La compagna con il figlio venivano riprotetti presso altra abitazione di parenti, mentre la vittima veniva ricoverata in ospedale in osservazione a causa della grave ferita".