Accoltellamento a Busto Arsizio: 83enne aggredisce la moglie alla gola

accoltellamento a busto arsizio

Violenta aggressione a Busto Arsizio, in provincia di Varese, dove una donna di 78 anni è rimasta gravemente ferita in un accoltellamento nella propria abitazione. Ad aggredirla è stato il marito. L’uomo, 83 anni, ha colpito la moglie alla gola e si è poi costituito.

Accoltellamento a Busto Arsizio

L’aggressione è avvenuta in mattinata, verso le 9.30 del 10 febbraio, nella casa dei due coniugi a Busto Arsizio. Lui 83 anni, sua moglie 78. L’uomo si sarebbe scagliato contro la donna brandendo un coltello e accoltellandola alla gola. La donna ha riportato una grave ferita ed è stata trovata dagli operatori sanitari del 118, che si sono precipitati sul posto dopo una richiesta d’aiuto. Con loro anche Carabinieri e Vigili del Fuoco di Busto. La donna è stata trasportata in ospedale in codice rosso e le sue condizioni restano gravi.

L’uomo si costituisce

Intanto il marito 83enne, dopo aver accoltellato la moglie, ha deciso di costituirsi. Sembra che l’uomo, secondo una prima ricostruzione, si sarebbe recato autonomamente dai Carabinieri dopo aver colpito la moglie. Lì avrebbe confessato il proprio gesto. I militari hanno provveduto a trasferire l’uomo presso il commissariato di polizia di Busto Arsizio, che ha preso in mano il caso. Come riferiscono le forze dell’ordine, negli ultimi giorni l’uomo avrebbe presentato alcuni segni di scarsa lucidità. Momenti che sono culminati con l’aggressione verso l’anziana moglie. Sul luogo dell’incidente, intanto, è intervenuta anche la polizia scientifica per effettuare tutti i rilievi del caso e cercare di capire di più riguardo al folle gesto dell’uomo.