Accoltellamento a Capaccio: morto 33enne

accoltellamento capaccio

Accoltellamento a Capaccio Paestum, nel Salernitano. Un giovane avrebbe ucciso un ragazzo di qualche anno più grande di lui nei pressi di un bar. Una volta commesso l’omicidio, il killer si sarebbe costituito ai Carabinieri.

La vittima è Francesco De Santi, 33 anni, figlio di un noto imprenditore del posto. L’assassino sarebbe invece Vincenzo G., 25enne anch’egli di Capaccio Paestum, già noto alle forze dell’ordine in quanto pregiudicato con precedenti penali per droga. Il ragazzo avrebbe già confessato il delitto, presentandosi poche ore dopo in caserma per raccontare quanto fatto.

Accoltellamento a Capaccio

Tra i due in passato ci sarebbero stati dei contrasti evidentemente mai chiariti. L’omicidio è avvenuto nella notte tra sabato 26 e domenica 27 Ottobre 2019. I due avrebbero avuto una forte lite per motivi legati ad una precedente discussione avvenuta diversi mesi fa. Anche altre persone sarebbero state presenti alla scena. Tutte loro sono già state chiamate dai Carabinieri per ascoltare la loro testimonianza e capire l’esatta dinamica dei fatti.

Dalle prime ricostruzioni effettuate, sarebbero stati quattro i fendenti mortali contro il 33enne da parte del killer, che nel giro di qualche ora si è presentato con il suo avvocato in caserma dai Carabinieri di Capaccio Scalo. Il giovane è stato rinchiuso nelle camere di sicurezza in attesa del trasferimento in carcere. Le forze dell’ordine hanno già provveduto a sequestrare quella che viene ritenuta essere l’arma del delitto. Si tratta di un coltello a serramanico, che il 25enne avrebbe utilizzato per uccidere la vittima.