Accoltellato a morte per una mancata precedenza a un incrocio

Aggiornato alle ore 12,30 del 13 settembre 2019.

È stato individuato dalla polizia nella notte, ad Andria, il presunto responsabile del ferimento mortale di Giovanni Di Vito, il 28enne tranese morto in ospedale in seguito all' accoltellamento avvenuto alla periferia della città ieri intorno alle 19. Si tratta di un 50enne di Andria. L'uomo, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, ha colpito Di Vito con una coltellata al petto, durante una lite scoppiata per una mancata precedenza all'altezza della rotonda di via Puccini ad Andria.

Portato al vicino ospedale Bonomo il 28enne è morto in serata. L'aggressione è avvenuta sotto gli occhi della moglie e del figlioletto di Di Vito, che erano in auto con lui, e di decine di passanti. Il presunto omicida sarebbe stato individuato dai poliziotti mentre era ancora nella sua auto, una Mercedes.

Un accoltellamento improvviso per una mancata precedenza a un incrocio. Poi la corsa disperata all'ospedale Bonomo dove i i medici, .

Il fatto è avvenuto ad Andria, città pugliese di 100 mila abitanti, dopo le 18.30.

La vittima - che guidava una Chevrolet - è morto nonostante i tentativi disperati di salvargli la vita. Troppo il sangue perso, troppo profonda la ferita che ha reciso l'aorta all'altezza del cuore. L'aggressione è avvenuta davanti a decine di passanti. Sono stati loro a soccorrere il malcapitato e trasferirlo d'urgenza al pronto soccorso del locale nosocomio dove è deceduto alle 20.30.

Gli agenti del Commissariato di Andria in collaborazione con la Squadra mobile di Bari, dopo aver esaminato le immagini di una telecamera di videosorveglianza della zona e ascoltato i testimoni oculari, hanno rintracciato nella notte il presunto assassino, ora detenuto nel carcere di Trani. Ha precedenti penali.