Accolto il ricorso di Capitano Ultimo: bloccata la revoca della scorta

Il Tar del Lazio ha sospeso in via cautelare il provvedimento con cui il ministero dell'Interno aveva annullato, nelle scorse settimane, la protezione per Capitano Ultimo. Il colonnello Sergio De Caprio, che arrestò Totò Riina nel 1993, denunciò la revoca della scorta con un duro messaggio sui social.

LEGGI ANCHE - Capitano Ultimo e la revoca della scorta, lo sfogo

"Le nostre ragioni sono state accolte in sede d'urgenza e questo dimostra che il colonnello De Caprio vive in una condizione di pericolo concreto", ha detto l'avvocato Antonino Galletti dopo che i giudici hanno accolto il ricorso presentato.

Il legale ha poi concluso: "Non ci risulta che la mafia sia stata ancora sconfitta e chi si è battuto a lungo contro di essa sacrificando la sua libertà e mettendo a rischio la vita ha il diritto di essere tutelato dallo Stato".