Accordo Enea-Difesa per formazione su efficienza e sostenibilità

·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Enea e ministero della Difesa hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per attuare un ampio programma di formazione in ambito energetico e ambientale, al fine di creare competenze specialistiche e rafforzare le capacità tecniche tra il personale della Difesa, soprattutto nel campo dell'efficienza energetica. "L'Enea vede nel proseguimento di questa collaborazione un'importante occasione per favorire l'affermazione di una cultura dell'energia fondata sul rispetto dell'ambiente e su un uso consapevole delle risorse in uno degli ambiti più importanti del settore pubblico", ha commentato Ilaria Bertini, direttrice del Dipartimento Enea Unità Efficienza Energetica. "L'efficienza energetica rappresenta per la Difesa una componente strategica e, grazie all'accordo di collaborazione con Enea, le Forze Armate italiane potranno procedere alla formazione di figure professionali quali energy referent, energy manager e formatori energy manager in forza al ministero Difesa, figure fondamentali per intraprendere ulteriori progetti rivolti al risparmio energetico, alla razionalizzazione dei consumi e allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili nel vasto comparto immobiliare della Difesa", ha affermato il generale di brigata Michele Caccamo, direttore della task force Difesa per la valorizzazione immobili, l'energia e l'ambiente.

In base all'accordo, tecnici Enea forniranno una formazione di base, comprensiva degli elementi fondamentali dell'energy management e della diagnosi energetica, al personale del Ministero che, seppure non in possesso di particolari competenze in ambito energetico, sarà impegnato nella gestione della logistica degli immobili e nell'approvvigionamento dei beni e dei servizi. Inoltre, è prevista una formazione di livello più avanzato destinata agli energy manager, figura chiave per il controllo dei consumi e la diffusione di buone pratiche di risparmio energetico nelle strutture energivore sia pubbliche che private. I corsi saranno articolati in due livelli che vedranno da una parte il coinvolgimento del personale tecnico preposto alla gestione degli impianti, dall'altra quello di chi ricopre già il ruolo di energy manager. Una terza tipologia di corso è riservata al personale della Difesa preposto alla formazione degli energy manager.

(ITALPRESS).

ads/com

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli