Gli iscritti del M5S dicono sì al governo con il Pd

REUTERS/Yara Nardi

Sulla piattaforma Rousseau gli iscritti al M5S dicono sì al nuovo governo con il Pd a giuda Giuseppe Conte. Il 79,3% ha votato "sì" al quesito posto sulla piattaforma Cinquestelle dichiarandosi “d'accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”.

"Dalle 9 alle 18 - annuncia l'Associazione Rousseau - hanno espresso la propria preferenza 79.634 iscritti, su una base di aventi diritto che, alla mezzanotte del 2 settembre 2019, ha raggiunto il numero di 117.194 iscritti". I SI sono stati 63.146 (79,3%), i NO 16.488 20,7%).

DI MAIO: “ORGOGLIOSI PER IL RISULTATO”

"Io credo che dobbiamo essere molto orgogliosi che tutto il mondo ha aspettato la pronuncia di questi 80 mila cittadini italiani su una piattaforma digitale che e' unicum al mondo": lo dice Luigi Di Maio in conferenza stampa alla Camera.

"In meno di un mese si è risolta una crisi di governo, attraverso un metodo diverso, non nelle segrete stanze, ma con un percorso che viene dal lavoro fatto in questi anni, mettendo in piedi un programma, poi chiedendo un confronto su quel programma al Pd".

"Adesso si passa all'ultimo miglio, la squadra di governo che deve lavorare per migliorare la qualità della gente. Non sarà un governo di destra o di sinistra, ma un governo che deve fare le cose giuste".

"Quei venti punti su cui ho alzato la voce, e magari a qualcuno non e' piaciuto il tono, sono entrati tutti. C'è il taglio dei Parlamentari, mancano due ore per una riforma storica".


LA GIORNATA DEL VOTO

Si sono chiuse come previsto alle 18 le votazioni sulla piattaforma Rousseau. Gli iscritti al Movimento Cinque Stelle si sono espressi sull'accordo con il Pd e il governo a guida Conte. Alla fine della consultazione, il Blog delle stelle si è bloccato un paio di volte, anche se per pochi istanti. Attesa per il risultato della consultazione.

L’affluenza è stata molto alta. Dopo le 16 i votanti erano oltre 73mila.

Davide Casaleggio aveva annunciato che alle 13.19 erano state superate le 56 mila 127 votazioni da parte degli iscritti, "che era l'attuale record mondiale di partecipazione online a una votazione politica".

"Nelle prime due ore di votazione (dalle ore 9 alle ore 11) - comunica l'associazione Rousseau - hanno votato 29.781 iscritti certificati". "Abbiamo gestito 24.000 connessioni - si apprende da un update delle votazioni sulla piattaforma - in contemporanea con picchi di 1.200 richieste al secondo. Si tratta di un record storico per Rousseau: un traffico addirittura 10-12 volte superiore rispetto a quello del primo turno di votazioni per la scelta dei candidati alle europee".

LEGGI ANCHE: È la giornata del voto su Rousseau. Chi è per il sì e chi per il no nella galassia a 5 stelle

IL QUESITO

I 115.372 iscritti al M5S sono chiamati a esprimersi dalle 9 alle 18 sul seguente quesito: "Sei d'accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte? SI. NO".

RIUNIONI IN CORSO

Due riunioni separate si stanno svolgendo a Palazzo Chigi: il premier incaricato Giuseppe Conte ha incontrato Andrea Orlando e Dario Franceschini del Pd per la composizione della squadra di governo. Dall'altro lato c’è stato un incontro sul programma tra i capigruppo dem, Andrea Marcucci e Graziano Delrio, e i capigruppo pentastellati, Stefano Patuanelli e Francesco D'Uva.

"Abbiamo preso atto dei punti che sono stati presentati al presidente da parte dei partiti più piccoli nei giorni scorsi e li abbiamo inseriti. Abbiamo completato il lavoro sul programma per darlo al presidente in modo che lo possa usare nelle prossime ore. Siamo molto soddisfatti, è un ottimo lavoro ricco di contenuti che, dal nostro punto di vista, permetterà al Paese di rilanciarsi, quindi siamo molto felici", ha detto il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci, uscendo da Palazzo Chigi.

IL PROGRAMMA IN 26 PUNTI

Sul blog del M5S è stato intanto pubblicata una bozza di programma in ventisei punti "che riassume le linee programmatiche che il Presidente del Consiglio incaricato sta integrando e definendo".

Il programma contiene "dal blocco dell'aumento dell'Iva al salario minimo, dal taglio del cuneo fiscale agli aiuti a famiglie e disabili, dallo stop agli inceneritori alle trivelle, dalla riforma della giustizia alla legge sul conflitto di interessi, fino alle concessioni autostradali".

LEGGI ANCHE: Ecco la bozza del programma 5s-dem

PD: “UNA SINTESI PARZIALE”

A tal proposito fonti Pd hanno chiarito che "in riferimento alla bozza del programma di governo Pd-M5S che sta circolando si precisa che si tratta di una sintesi parziale di un lavoro più articolato, ancora oggetto del confronto tra le forze politiche, e che sarà ultimato in giornata nel corso di un nuovo incontro a Palazzo Chigi tra i capigruppo e il premier incaricato Conte. Non è quindi il programma definitivo".