Accordo Mps-Cna per favorire l’accesso alle agevolazioni fiscali

·2 minuto per la lettura
Accordo Mps-Cna per favorire l’accesso alle agevolazioni fiscali
Accordo Mps-Cna per favorire l’accesso alle agevolazioni fiscali

Milano, 18 dic. (askanews) – Un supporto concreto ad artigiani e piccoli imprenditori per favorire l’accesso alle agevolazioni fiscali offerte dal Decreto Rilancio. E’ l’obiettivo dell’accordo firmato da Banca Monte dei Paschi di Siena e Cna – la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, come spiega Maurizio Bai, responsabile direzione Rete Banca Mps:

“La banca è da sempre vicina alle imprese artigiane, ossatura del sistema economico del nostro Paese e sono le promotrici dell’eccellenza italiana nel mondo. L’accordo favorisce l’accesso alle agevolazioni fiscali previste dal Decreto Rilancio ed è una testimonianza del nostro sostegno a questo comparto. Le agevolazioni rappresentano un volano molto importante per la ripartenza di tutto il settore e soprattuto per lo sviluppo della sostenibilità ambientale, tema a cui la banca guarda da anni con particolare attenzione”.

Nell’ottica di dare ulteriore sostegno al tessuto imprenditoriale del Paese e di contribuire al processo di riqualificazione del nostro patrimonio immobiliare, l’intesa prevede una serie di misure agevolate per gli associati CNA per incentivare gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica previsti dal decreto.

“Il pacchetto – ha spiegato Bai – include condizioni particolarmente competitive: si tratta di una apertura di credito della durata massima di 18 mesi. Il finanziamento potrà essere erogato a fronte anche di un impegno alla cessione del credito di imposta che potrà maturare per effetto delle opere realizzate, oltre che dell’apertura di un conto corrente, esente da spese, intestato all’associato. Credo sia di grande soddisfazione per i nostri artigiani”.

Mps offre infatti una soluzione per l’acquisto dei crediti fiscali: il cliente, che ha maturato un credito d’imposta, trasferisce pro-soluto e a titolo definitivo alla banca il credito, ottenendo il pagamento in via anticipata a un prezzo di acquisto concordato.