Accordo Pd-M5S, Zingaretti: “Sono positivo, troveremo intesa”

nicola-zingaretti positivo su Accordo Pd-M5S

A poche ore dall’incontro con Mattarella, il segretario del Pd Nicola Zingaretti interviene su un possibile accordo col Movimento. “Sono fiducioso, troveremo una soluzione per un accordo Pd-M5S“, dichiara.

Zingaretti su accordo Pd-M5S

Sono ore decisive per l’ipotesi, ancora sul tavolo, della nascita di un’alleanza tra Democratici e Pentastellati. Entro le 19 i due partiti devono dare indicazioni al Colle per permettere a Mattarella di stilare il calendario delle consultazioni di domani, martedì 27 agosto.

Nonostante le divergenze tra i due, riguardanti in particolare il nome del Premier, Zingaretti si dice positivo e fiducioso. Intervenuto dal Nazareno, ha infatti dichiarato di star “lavorando per creare un programma condiviso, convinto che questo ci porterà a delle soluzioni“. L’obiettivo è quello di creare un governo di svolta che rimetta al centro lavoro, imprese, scuola e ricostruzione di un rapporto serio con l’Europa.

Quello per cui sta lavorando non è la creazione di un contratto come quello stipulato dal Movimento con la Lega, bensì di un programma comune. “In questo è necessario però che ciascuno ascolti le ragioni dell’altro. Si può provare ad andare avanti nel rispetto delle idee e delle prerogative di tutti per arrivare ad una posizione condivisa, sia sui contenuti che su una squadra da costruire“, ha ribadito.

Un’apertura dunque nei confronti delle prerogative dei Cinque Stelle, ma sempre rimanendo sulla via della discontinuità. Si è infatti dichiarato non disponibile ad un Conte bis, perché “in un governo di svolta devono cambiare anche le persone“.

Intanto ha riunito presso la sede del Pd il presidente Gentiloni, i vicepresidenti Ascani e Serracchiani, i due vicesegretari De Micheli e Orlandi e i due capigruppo Marcucci e Delrio. Allo stesso modo è previsto il vertice dello stato maggiore del Movimento con tutti i big pentastellati. Entrambi incontri decisivi per la possibile formazione di una maggioranza giallorossa.