Accordo per volo umano spaziale tra AM, Cnr e Thales Alenia Space

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 lug. (askanews) - Il 15 luglio 2021 a Roma, presso la Casa dell'Aviatore (Viale dell'Università, 20) alle ore 12 saranno siglati due importanti accordi tesi a valorizzare le conoscenze e le competenze dell'Aeronautica Militare nel settore aero-spaziale ed in particolare del volo umano spaziale, settore nel quale la forza armata - coerentemente con le linee programmatiche del Ministero della Difesa - ha la competenza per la gestione operativa e la sperimentazione in microgravità.

Gli accordi verranno siglati dal Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di squadra aerea Alberto Rosso, rispettivamente con Maria Chiara Carrozza, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), e con Massimo Claudio Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia.

Un nuovo ambito strategico, quello dell'accesso alle orbite basse terrestri, al quale si sta guardando con sempre maggiore attenzione, anche tramite il volo umano spaziale, nell'ottica di accrescere la competenza ambientale della Difesa ed incrementare il livello di protezione delle infrastrutture spaziali nazionali.

Si aggiunge, all'avvio dei due importanti accordi, anche la firma di un primo contratto tra Thales Alenia Space Italia, joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33%, realtà dell'industria nazionale leader mondiale nell'ambito delle infrastrutture spaziali, e la Società Axiom Space, società americana selezionata dalla NASA per la realizzazione dei primi moduli spaziali che formeranno il segmento commerciale della Stazione Spaziale Internazionale, la quale sceglie l'Italia per implementare questo nuovo e sfidante progetto volto ad ulteriormente espandere la presenza umana nello spazio.

In tale collaborazione sarà coinvolto anche personale dell'Aeronautica Militare che, in occasione di un ciclo di addestramento presso la sede di Axiom di Houston, in Texas, fornirà supporto alle fasi di analisi, progettazione, ingegnerizzazione e messa in opera dei moduli.

Gli accordi che si inseriscono in una più ampia cornice di sinergie che l'Aeronautica Militare sta sviluppando con il mondo delle Istituzioni, quale ad esempio il recente accordo siglato con la Regione Emilia Romagna, dell'industria e della ricerca scientifica, oltre a riconoscere un reciproco interesse nell'ambito dei rispettivi compiti d'istituto nel settore del volo spaziale umano, della Space economy e del Commercial Spaceflight, rafforzano la cooperazione tra pubbliche amministrazioni, enti di ricerca e realtà dell'industria nazionale ed internazionale e rimarcano il ruolo di eccellenza acquisito dall'Italia nell'ambito della ricerca scientifica e delle capacità industriali nel settore aerospaziale.

L'Aeronautica Militare da sempre dà un grande contributo alla ricerca italiana in campo aerospaziale. Dalle file dell'arma azzurra provengono anche 4 dei 7 astronauti dell'Esa: Maurizio Cheli, Roberto Vittori, Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti ed è un ufficiale AM anche Walter Villadei, addestrato come cosmonauta alla Roscosmos, in Russia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli