Accordo su grano Ucraina non è 'una tantum' - Cremlino

I funzionari del Joint Coordination Center (Jcc) a bordo del cargo Razoni, battente bandiera della Sierra Leone, che trasportava grano ucraino, durante un'ispezione nel Mar Nero

(Reuters) - Il Cremlino ritiene che l'accordo siglato in Turchia per sbloccare le esportazioni di grano dell'Ucraina dal Mar Nero non sia un "meccanismo una tantum" e si augura che continui a funzionare efficacemente.

"Non si tratta di un meccanismo una tantum, ma di un meccanismo progettato per garantire l'esportazione del grano che si è accumulato in questi porti", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ai giornalisti. "Pertanto, speriamo che questo meccanismo continui a funzionare con la stessa efficacia", ha continuato.

L'accordo, che consente di trasportare il grano ucraino verso i mercati mondiali attraverso la Turchia, è stato raggiunto dopo colloqui a Istanbul il mese scorso. Deve essere rinnovato ogni 120 giorni con l'accordo delle parti.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli