Accordo TAS-AXIOM per primi moduli Stazione spaziale commerciale

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 lug. (askanews) - Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), e Axiom Space di Houston, Texas (USA), hanno siglato un contratto per lo sviluppo di due elementi pressurizzati chiave della Stazione Spaziale di Axiom, la prima stazione spaziale commerciale al mondo. Previsti per essere lanciati rispettivamente nel 2024 e nel 2025, i due elementi saranno inizialmente attraccati all'attuale Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dando vita al nuovo segmento orbitale della Stazione Axiom. Il valore del contratto è di 110 milioni di euro.

La Stazione Axiom avrà la funzione di hub centrale dell'umanità per la ricerca, la produzione e il commercio in orbita terrestre bassa (LEO), ampliando il volume utilizzabile e abitabile della ISS, e sarà agganciato al modulo ISS Nodo 2, costruito anche esso da Thales Alenia Space. Quando la ISS avrà completato la sua vita operativa, i moduli Axiom si separeranno e opereranno come una stazione spaziale commerciale a volo libero, un laboratorio e un' infrastruttura residenziale nello spazio che sarà utilizzata per esperimenti di microgravità, test di materiali critici per l'ambiente dello spazio e ospiterà astronauti privati e professionisti. Sarà la pietra miliare di una permanente e attiva presenza umana nonché di una proficua rete di attività commerciali in orbita terrestre bassa, consentendo nuovi progressi sia sulla Terra che nello Spazio. I primi due elementi da lanciare ospiteranno 4 persone ciascuno al massimo.

Oggi, in questa occasione, Thales Alenia Space ha anche ratificato con l'Aeronautica Militare un Accordo di Collaborazione, volto a promuovere l'accesso all'orbita bassa terrestre a favore delle istituzioni, della comunità scientifica, dell'industria e degli operatori commerciali, e lo sviluppo di una catena di ricerca su questioni strategiche (medicina, materiali, biogenetica, ecc.) nonché a supporto della messa in opera dei moduli, delle possibilità di sviluppo e sperimentazione tecnologica e OT&E (Operational Testing & Evaluation) in microgravità.

"L'importante contatto siglato oggi con Axiom Space conferma il posizionamento di Thales Alenia Space come attore industriale principale nell'ecosistema della New Space, sia per missioni private che pubbliche - ha dichiarato Massimo Claudio Comparini, Ad di Thales Alenia Space Italia - con lo sviluppo di oltre il 50% del volume abitabile della ISS, la nostra azienda ha segnato la storia delle infrastrutture orbitali fin dalle origini. Sulla base di questa eredità unica, siamo pionieri del futuro della presenza umana in orbita bassa. Stiamo allargando i confini dell'esplorazione spaziale e ponendo le basi per il Gateway Lunare e l'ecosistema delle Superfici della Luna che condurranno le missioni di esplorazione con equipaggio verso il pianeta rosso entro il 2030. La perenne ricerca umana di senso nello spazio sta diventando una realtà e siamo così orgogliosi di contribuire a realizzarla".

Grazie alla sua storica esperienza di successo nella costruzione di moduli per la Stazione Spaziale Internazionale, Thales Alenia Space è responsabile della progettazione, dello sviluppo, dell'assemblaggio e del collaudo della struttura primaria e del Sistema di protezione dai micro meteoriti e dai detriti spaziali per i due moduli di Axiom.

Le attività di saldatura della struttura primaria del primo modulo inizieranno a settembre 2021, mentre il processo di assemblaggio si concluderà nel 2022. Il primo modulo arriverà negli stabilimenti di Axiom a Houston nel luglio 2023, dove Axiom integrerà e equipaggerà i principali sistemi, provvederà alla certificazione di volo prima della spedizione alla base di lancio.

"Abbiamo riunito una elite di esperti presso Axiom per costruire e gestire la prima stazione spaziale commerciale del mondo, e Thales Alenia Space si inserisce proprio in questo contesto come partner - ha aggiunto il presidente e CEO di Axiom Michael Suffredini, che dal 2005 al 2015 ha avuto il ruolo di International Space Station Program Manager della NASA - questo accordo conferma che le strutture primarie per le destinazioni spaziali di prossima generazione , saranno costruite da esperti e fungeranno da nucleo del primo modulo spaziale con equipaggio mai assemblato a Houston".

Il programma è attualmente in una fase di progettazione dettagliata: le quattro paratie radiali per il primo modulo sono state recentemente sviluppate negli stabilimenti di Thales Alenia Space Torino. Queste paratie forniscono la struttura a cui poi verranno collegati i meccanismi di aggancio comuni (CBM) radiali e i portelli. Insieme, le quattro paratie, incluso l'hardware, formano una sezione cilindrica, fornendo quattro porte per altri elementi della stazione, compresi gli adattatori per l'attracco. Le sporgenze cilindriche presenti sulla metà inferiore della paratia serviranno invece come unità di connessione, consentendo all'energia, ai dati e ai fluidi di passare da un elemento all'altro, compresi i moduli di Axiom e della ISS.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli