Accordo tra Grecia e creditori per prossima tranche prestiti

Cls

Atene, 2 dic. (askanews) - La Grecia ha annunciato stasera di aver raggiunto un accordo con i rappresentanti dei suoi creditori nel quadro della terza revisione del programma di aiuti nel paese, che determinerà il pagamento della prossima tranche di prestiti. "Abbiamo raggiunto un accordo con i rappresentanti delle istituzioni su tutti i temi", ha detto ai giornalisti il ministro delle Finanze greco, Euclide Tsakalotos.

Tsakalotos e il suo collega dell'Economia Georges Stathakis hanno discusso ad Atene con i rappresentanti dell'Unione Europea, la Banca Centrale Europea, l'ESM (European Stability Mechanism) e il Fondo Monetario Internazionale. Per ottenere il via libera dai suoi creditori per il rilascio dei prestiti, la Grecia ha dovuto impegnarsi a rispettare 95 impegni entro dicembre, compresa una riforma del servizio civile e della previdenza sociale, la liberalizzazione del mercato dell'energia e un'accelerazione delle privatizzazioni.

La conclusione finale della "terza valutazione" del programma greco è prevista dall'Eurogruppo il 22 gennaio e dovrebbe aprire la strada al trasferimento di una nuova tranche di prestiti al paese, a condizione che le riforme siano adottate in precedenza dal Parlamento greco.

Dal 2010 la Grecia riceve prestiti dagli europei e dal Fmi attraverso tre programmi, in cambio di successive e drammatiche operazioni di austerity e deregulation che hanno ridotto di un quarto il pil e spinto la disoccupazione a un livello record nell'eurozona. Il terzo programma, finanziato dagli Stati membri dell'UE ma non dal Fondo monetario internazionale, durerà fino all'agosto 2018. (fonte afp)