Accordo in Uk, Amazon al servizio segreto di Sua Maestà

·1 minuto per la lettura
Britain's Queen Elizabeth II reacts during her visit to the headquarters of MI5, Britain's domestic security agency, at Thames House in London on February 25, 2020. (Photo by Victoria Jones / POOL / AFP) (Photo by VICTORIA JONES/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: VICTORIA JONES via Getty Images)
Britain's Queen Elizabeth II reacts during her visit to the headquarters of MI5, Britain's domestic security agency, at Thames House in London on February 25, 2020. (Photo by Victoria Jones / POOL / AFP) (Photo by VICTORIA JONES/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: VICTORIA JONES via Getty Images)

“Le tre agenzie di spionaggio britanniche, Gchq, MI5 e MI6, hanno firmato un contratto con Amazon Web Services per un cloud ad alta sicurezza utilizzato per ospitare dati classificati”. Lo riporta il Financial Times spiegando che “l’accordo promosso da Gchq”, del valore stimato dagli esperti del settore tra i “500 milioni e il miliardo di sterline nei prossimi dieci anni”, sarebbe volto a promuovere “l’uso di analisi dei dati e intelligenza artificiale per lo spionaggio”.

Il sistema di cloud ad alta sicurezza verrà utilizzato, oltre che dalle tre agenzie di intelligence, “anche da altri dipartimenti governativi come il ministero della Difesa durante le operazioni congiunte”. Secondo le fonti citate dal quotidiano della City che sono a conoscenza dell’accordo, “nonostante Aws sia una società statunitense, tutti i dati delle agenzie saranno tenuti in Gran Bretagna e Amazon non avrà alcun accesso alla informazioni presenti nella piattaforma cloud”.

Ciononostante, stando al quotidiano britannico, l’accordo è destinato ad “accendere le preoccupazioni sulla sovranità visto che grande quantità di dati più segreti del Regno Unito sarà ospitata da una singola azienda tecnologica statunitense”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli