Accusa di abbandono di minori e maltrattamenti

·2 minuto per la lettura
Carabinieri
Carabinieri

Un neonato è stato ricoverato all’ospedale Santobono di Napoli con gravi ustioni sul corpo. Concetto Bocchetti e Alessandra Terraciano, di 46 e 36 anni, già noti alle forze dell’ordine, sono i genitori del piccolo e sono stati arrestati. L’accusa è di abbandono di minore e maltrattamenti con lesioni gravissime.

Neonato ricoverato con ustioni

I genitori del piccolo sono stati arrestati. Il padre si trova nel carcere di Poggioreale, mentre la madre è nel reparto psichiatrico dell’ospedale del Mare. I servizi sociali avevano sottratto gli altri due figli e la famiglia era già sotto il controllo dei servizi sociali del comune. Alla coppia erano stati tolti due figli a causa dei problemi psichiatrici della donna, che probabilmente ha nascosto di essere incinta e ha partorito in casa per evitare che le portassero via anche il terzo figlio. Il neonato è nato prematuramente potrebbe essere stato immerso in acqua troppo calda o lavato con detergenti inappropriati. Il piccolo è stato soccorso cinque giorni fa in un’abitazione di Portici, dopo una telefonata fatta dall’uomo al 118.

Inizialmente si era pensato a lesioni da parto, ma l’ipotesi più probabile è che sia stato immerso in acqua troppo calda o lavato con detergenti inappropriati. “Ho chiamato il direttore generale dell’ospedale Santobono-Pausilipon di Napoli per avere conferma dell’accaduto e per chiedere le condizioni del bambino visto che diversi cittadini mi hanno chiesto di avere sue notizie. Una vicenda devastante sulla quale sono intervenuti i carabinieri. Il neonato è in condizioni gravi e mi risulta che tutto il personale dell’ospedale stia facendo l’impossibile per curarlo” ha dichiarato, in una nota, Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.