Accusato di molestie sulle ginnaste: ex coach si suicida

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
ARCHIVO - En esta foto del 3 de marzo de 2012, el entrenador de gimnasia John Geddert aplaude durante una competición en el Madison Square Garden de Nueva York (AP Photo/Kathy Willens, archivo)
John Geddert (AP Photo/Kathy Willens, archivo)

Si è tolto la vita nel Michigan John Geddert, l'ex coach della squadra olimpica di ginnastica femminile americana, accusato di avere compiuto abusi su 24 atlete. 

Geddert, che guidò le atlete alle Olimpiadi di Londra 2012, era stato raggiunto da 24 capi d'imputazione al termine di un'inchiesta cominciata nel febbraio 2018.

GUARDA ANCHE: Caso Nassar, nuova sentenza per il molestatore delle ginnaste Usa

L'ex allenatore, 63 anni, era stato incriminato per traffico di essere umani, abusi sessuali su alcune decine di minorenni, crimine organizzato e altri crimini minori. Il suo corpo è stato trovato in un'area di sosta.

La notizia è stata diffusa dalla procuratrice generale del Michigan Dana Nessel, che pochi giorni prima prima aveva annunciato le accuse. 

LEGGI ANCHE: Abusi su sportive,500 milioni alle vittime da università Michigan

"E' una tragica fine di una tragica storia per tutte le persone coinvolte", ha detto. Geddert ha guidato la squadra femminile di ginnastica Usa alle Olimpiadi del 2012.

Nella palestra l'élite di John Geddert aveva lavorato Larry Nassar, ex medico della Nazionale statunitense di ginnastica e dell’Università del Michigan, condannato per aver abusato sessualmente di centinaia di atlete, alcune delle quali bambine. Geddert era stato anche accusato di aver mentito agli investigatori sul caso Nassar.

LEGGI ANCHE: Arrestato ex presidente ginnastica Usa, occultò prove su abusi