Accuse più gravi per gli ex poliziotti coinvolti nella morte di Floyd

Il procuratore generale del Minnesota ha incriminato i tre agenti di polizia di Minneapolis coinvolti nella morte dell'afroamericano Geroge Flouf per "aiuto e complicità" in omicidio di secondo grado, cioè volontario. Lo riportano i media americani citando i documenti del tribunale. I tre poliziotti sono: Thomas Lane, J. Alexander Kueng e Tou Thao, già licenziati dopo lo scoppio del caso. Per Derek Chauvin, l'ex agente ritratto mentre premeva col ginocchio sul collo dell'uomo, l'accusa iniziale era di omicidio di terzo grado, preterintenzionale. 

"Siamo profondamente gratificati dal fatto che il procuratore generale Ellison abbia preso un'azione decisa, arrestando e incriminando tutti gli agenti coinvolti nella morte di George Floyd, e abbia rafforzato a omicidio di secondo grado l'accusa contro Derek Chauvin",  ha dichiarato l'avvocato della famiglia Floyd, Benjamin Crump.